CINGHIALE AL PROFUMO DI GINEPRO

Cinghiale al profumo di ginepro fagottini da cuocere in pentola di ghisa

Oggi festeggiamo la festa del papà con Luca, rientrato per il weekend da Firenze e cosa si può preparare, che piaccia a Carlo? Cinghiale e tiramisù … ne è ghiotto, letteralmente! A me piace ma non è il mio preferito: un buon sugo di lepre con i taglierini è il massimo per me! forse dipende anche dal fatto che non sono stata abituata a mangiarlo, comunque prima o poi posterò la ricetta del sugo di lepre di nonno Filippo: una bomba, ovvero non esattamente digeribilissimo, ma quanto a gusto … insuperabile!!!
Tornando a oggi, un amico ci ha regalato delle bistecche di cinghiale: farle alla griglia mi sembrava un po’ riduttivo e, a dirla tutta, avevo paura rimanessero stoppose … mentre queste bistecche di cinghiale al profumo di ginepro sono  digeribili e profumate … in leggerezza! :) Una parte l’ ho invece cucinata preparando un ragù con tagliatelle al cacao, un classico!

Cinghiale al profumo di ginepro marinatura su tavolaccio con pepe in grani e rosmarino

Ricetta Cinghiale al profumo di ginepro

Ingredienti

  • Bistecche di cinghiale, nr. 5
  • Pancetta, 10 fette
  • Vino Merlot Sangiovese, cc 100
  • Olio evo, qb
  • Rosmarino, 1 rametto e 5 punte
  • Bacche di ginepro, 6 o 7 (ho utilizzato quelle della marinatura)
  • Pepe macinato, qb
  • Sale
  • Spago da cucina per legare

Ingredienti per la marinatura del cinghiale al profumo di ginepro

  • Vino Merlot Sangiovese, cc 600
  • Aceto di vino bianco, cc 100

(la quantità di liquido dipende dalla quantità di carne e dal contenitore usato)

  • Rosmarino, 1 rametto
  • Salvia, 1 o 2 ciuffi
  • Bacche di ginepro, 6 o 7
  • Cipolla, 1 media
  • Aglio, 1 spicchio piccolo
  • Pepe in grani, 10 circa
  • Chiodi di garofano, 2 o 3
  • Zucchero, 1 cucchiaio
 

Cinghiale al profumo di ginepro preparazione fagottini lavorazione

Lavare bene la carne e togliere il grasso in eccesso.
Asciugarla bene e porla in un recipiente di vetro o acciaio con tutti gli ingredienti della marinatura: lasciare in infusione per 15 ore circa in un luogo fresco (oppure nella parte meno fredda del frigo e lasciarla a temperatura ambiente per alcune ore), rigirandola ogni tanto e facendo in modo che rimanga coperta dal liquido.
Levare la carne dalla marinatura, asciugarla bene e, in una pentola con coperchio che vada in forno (cocotte), far scaldare pochi cucchiai di olio ad alta temperatura sul fornello. Aggiungere le bistecche e far rosolare scoperte circa 3′ per parte, avendo cura di non incidere la carne.
coprire e lasciare riposare.

Cinghiale al profumo di ginepro fagottino dettaglio preparazione
Tagliare 10 pezzettini di spago.

 

Su un tagliere:
disporre lo spago a croce,
una fettina di pancetta,
la bistecca salata e pepata da ambo i lati,
altra fettina di pancetta,
una punta di rosmarino.
Chiudere i fagottini e depositarli nella pentola, dove si sarà unito qualche cucchiaio di olio.
Aggiungere il vino, un rametto di rosmarino, il sale e le bacche di ginepro della marinatura.
Infornare a 200° per 30′ circa: probabilmente anche un po’ meno, ma preferisco che sia ben cotto.
Servire caldo con il sughino.

Cinghiale al profumo di ginepro con decorazione di clematide e ramo di rosmarino

 

 

 

Summary
recipe image
Recipe Name
Cinghiale al profumo di ginepro
Author Name
Published On
Preparation Time
Cook Time
Total Time
Average Rating
51star1star1star1star1star Based on 15 Review(s)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>