Cream Tart,
un fiore sulla tavola.

Cream tart Fiori Euroflora con camelie, margherite e rose

La Cream Tart è la torta che impazza sul web, soprattutto su Instagram! Di grande effetto, estremamente versatile, si può modellare con diverse forme ed è semplice da preparare, basta un po’ manualità (e in un certo senso ci sono riuscita anche io, grazie all’aiutante Luca,che è più bravo di me con il famigerato sac a poche!!). 
L’idea di cimentarmi con la Cream Tart  è nata da Euroflora 2018, l’esposizione floreale genovese e, ovviamente, la forma non poteva essere che un fiore! Il bello di questa torta è di essere personalizzabile al massimo. Di origini incerte, si legge sia siriane sia israeliane, sicuramente deve la sua grande notorietà agli Stati Uniti. Già popolare negli anni ottanta sotto forma di numero, ideale per festeggiare i compleanni, ha assunto varie forme che passano dai cuori alle stelle. dai cerchi ai numeri. Anche la base è variabile: pasta frolla, pan di spagna, pasta biscotto; l’importante è che sia sottile e leggera, per non rovinare le decorazioni. Ecco, le decorazioni: il bello sono proprio queste, perchè permettono di scatenare la fantasia e il gusto personale! Innanzitutto fiori, preferibilmente edibili ma soprattutto vistosi. Sui fiori da usare devo fare una raccomandazione: molti fiori sono velenosi o nocivi, occorre quindi fare molta attenzione nello sceglierli e usarli. Parlo ad esempio dell’aquilege, del mughetto, del glicine, dell’oleandro, per citarne alcuni.

Cream tart Ingredienti su tavolo
Altra parte fondamentale è la frutta, fragole in primis ma anche frutti di bosco e frutta di stagione e poi, spazio alla fantasia: meringhe, fiori di zucchero, macarons, caramelle, marshmallow: sui questi ultimi devo stendere un velo pietoso…non ci piacciono ma…ecco, il ma: Luca ha lasciato sulla scrivania quelli rimasti perchè “se inizia a mangiarli non la finisce più” e io, io…sono come le ciliegie (non che ne paragoni il gusto alle magnifiche, sia chiaro!), in effetti una tira l’altra e sto alla larga anche io!
Non ero molto convinta della Cream tart: pannosa, asciutta…ma devo dire che mi sono ricreduta! Non è tra le mie torte preferite, ma l’ho trovata gustosa.
Ho preparato un biscuit molto sottile, perchè le torte asciutte non mi piacciono: eventualmente aumentate un poco le dosi.

Cream tart schema fiore da ritagliare

Ricetta Cream tart

Ingredienti 

Base biscotto

  • Uova, 4 intere più un tuorlo
  • Zucchero, 100 grammi
  • Farina, 100 grammi
  • Lievito per dolci, un cucchiaino raso
  • Scorza di limone grattugiata, un cucchiaino raso
  • Burro tiepido fuso, 30 grammi

Crema diplomatica

  • Crema alla vaniglia, ricetta qui
  • Panna fresca, 250 millilitri
  • Zucchero a velo, 50 o 60 grammi

Top

  • Fragole
  • Kiwi
  • Fiori di zucchero
  • Marsmallow
  • Fiori vari

Cream tart Crema vaniglia in ciotola

Preparazione Crema diplomatica.

Preparare la crema alla vaniglia aumentando la dose di farina a 40 grammi, per avere una consistenza più soda.
Montare la panna con lo zucchero a velo e unirla gradualmente alla crema alla vaniglia fredda. 
Mescolare con cura con delicatezza fino a ottenere una crema uniforme.
Riporre in frigorifero fino a quando la consistenza sarà solida.

Cream tart Bisquit Secondo strato di Luca

Preparazione biscotto.

Setacciare la farina con il lievito.
Montare le uova con lo zucchero a lungo, fino a farle diventare spumose.
Aggiungere il burro fuso a filo e, continuando a montare, unire gradualmente la farina.
Foderare uno stampo con carta forno, versare la pasta bisquit e infornare a forno caldo a 200 gradi abbassando a 180 gradi per circa nove minuti. Non deve colorire.
Fare intiepidire, rivoltare e togliere con delicatezza la carta forno.

 

Preparazione Cream Tart.

Ritagliare il fiore di carta e ricavare dal bisquit due forme, ritagliando bene i bordi e il cerchio centrale.
Porre un fiore su un piatto da portata o vassoio.
Con un sac a poche, distribuire la crema diplomatica sul fiore di pasta fino a coprire tutta la superficie: i più bravi possono decorare con forme a meringa o, come noi, con delle righe.
Porre sopra con delicatezza l’altro disco di pasta e ripetere l’operazione.
Riporre in frigo per alcune ore, meglio una notte.
Al momento di servire, decorare la torta con le fragole, intere e tagliate.
Ricavare da alcune fette di kiwi alcune stelline o altre forme decorative e distribuire sulla torta.
Disporre le altre decorazioni tra la frutta, fino a riempire la superficie.
Conservare in frigorifero fino al momento di servire.

Nota. Conviene programmare la Cream tart con anticipo, per consentire i tempi di consolidamento. Per un problema di tempo, ho accorciato questi tempi durante la preparazione, ma sono indispensabili per garantire la tenuta della torta.
E’ una torta adattabile a diverse occasioni: ideale per le feste dei bambini, perfetta per la festa della mamma e i compleanni, romantica per San Valentino e gli anniversari.

Cream tart con fiori e frutta

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>