PASTA FREDDA ALLA MARINARETTA

Pasta fredda marinaretta con rosa rossa moderna e piccola conchiglia vecchia

La pasta fredda è un salvapranzo-cena! Confesso: quando sono in vacanza, soprattutto al mare,  cucino pochissimo! Sempre le solite ricette e nonricette: a pranzo tutte le possibile varianti dei pomodori in insalata. Cena invece andiamo di lusso con una pastasciuttina al pomodoro … 
In questo deserto culinario trovano spazio le paste fredde (ogni tanto, eh?): rapide, si preparano in anticipo, durano anche il giorno dopo! Variano un po’ questo piattume del palato perchè, ne sono certa, il Carlo che sempre mugugna appare un tantino depresso.
Ieri sera, infatti, alla seconda serata di pasta fredda, mi dice “quest’ anno siamo ai miei standard”, (?!!?!), “mangiamo come quando sono da solo” (in effetti torto non lo ha) ed io “anche gli altri anni mangiamo così al mare!!” e devo dire che aveva proprio l’ aria da cocker! Non ho neanche avuto il coraggio di replicare con un “ahh, non ti lamenti adesso delle mie innovazioni, eh?” :D

Tramonto sulla spiaggia con vista del  golfo

In più siamo rientrati dalla spiaggia poco prima delle 9.00: si stava stupendamente, pochissime persone, temperatura ideale e un tramonto … !
Questa è una delle paste fredde che vi consiglio!

Ingredienti

  • Pasta corta, gr. 280
  • Tonno sott’ olio, gr. 200 circa
  • Cuori di Palma, 3
  • Capperi sott’ aceto, 2/3 cucchiai
  • Olive verdi, 15 circa
  • Gamberetti, gr. 100
  • Surimi, 5
  • Aceto di mele (o di vino bianco), 1 cucchiaio circa
  • Prezzemolo, qb
  • Olio evo 
  • Sale

Ingredienti su un piatto bianco e una rosa rossa moderna
Scaldare l’ acqua per la pasta e cuocerla secondo le indicazioni, mantenendola al dente.
Nel frattempo sbollentare i gamberetti in acqua acidulata con l’ aceto.tagliare a cilindretti i cuori di palma e i surimi.

Ingredienti tagliati, gamberetti cotti in un contenitore da portata

In un contenitore da portare in tavola, versare gli ingredienti pronti e freddi, escluso il tonno.
Cotta la pasta, raffreddarla sotto l’ acqua corrente e lasciarla asciugare dal liquido.
Unire la pasta agli altri ingredienti, condire con olio.
Sminuzzare del prezzemolo fresco e aggiungere delicatamente il tonno, senza sbriciolarlo.

Nota. Mi piace, nella pasta fredda con più ingredienti, usare un formato con fori grossi: adoro quando si infilano dentro (anche con certi sughi!).
Aggiungo il tonno alla fine perchè preferisco che non si spezzetti molto.

Pasta fredda marinaretta in contenitore di portata con rosa per decorazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>